Conosci il tuo Microbioma

CONOSCI IL TUO MICROBIOMA FINANZIANDO LA RICERCA

L’essere umano non è solo composto da cellule umane ma anche di una vasta e variegata popolazione di microorganismi organizzati in comunità e situate ovunque nel nostro corpo: pelle, bocca, intestino.
Quindi ognuno di noi è un “superorganismo” costituito per la maggiorparte da cellule batteriche, situate soprattutto nell’intestino, che sono 10 volte più delle nostre: 100 trilioni contro 10 trilioni!

Anche i geni batterici sono oltre il 99% del totale! Se infatti andiamo a verificare la quantità di geni umani (circa 20mila) e la confrontiamo con i geni di provenienza batterica (circa 10 milioni) vediamo che esiste un’enorme disparità.

Il microbioma umano è questo: l’insieme dei microbi che si trovano nel nostro corpo e dei loro geni. In un adulto di 70 kg l’organo microbico contribuisce a circa 3,5 Kg di peso!

Numerosi studi hanno dimostrato che il microbioma più sano in assoluto appartiene a quelle popolazioni che nascono per vie naturali, si muovono in maniera intensa e varia, si lavano poco frequentemente, hanno mantenuto un maggiore rapporto con la terra, gli animali e gli alimenti di origine naturale e non fanno uso di antibiotici.

La salute di un’individuo è garantita da un microbioma ricco e con tante specie batteriche diverse. Infatti in chi soffre di patologie metaboliche o malattie autoimmuni si riscontra una ridotta varietà delle specie batteriche del microbioma.

Il ruolo che il microbioma ha per il nostro benessere dipende dalle numerosi funzioni che i batteri svolgono. I microbi infatti:

  • digeriscono il cibo per generare nutrienti per le nostre cellule;
  • sintetizzano vitamine;
  • metabolizzano i farmaci e detossificano le molecole cancerogene;
  • stimolano il rinnovo cellulare dell’intestino;
  • attivano e supportano il sistema immunitario.

Il microbioma si modifica in funzione della dieta, dell’attività fisica, delle medicine assunte e sempre più studi correlano la biodiversità del microbioma alle così dette “malattie del progresso” quali:

  • Obesità;
  • Diabete tipo 2;
  • Patologie cardiovascolari;
  • Malattie autoimmuni;
  • Depressione.

Il Progetto microbioma italiano ideato dal Dr. Fabio Piccini, nasce grazie a uno studio effettuato negli Stati Uniti, chiamato “Human Microbiome Project” che ha raccolto i dati del microbioma di più di 4800 americani. I risultati ottenuti stanno aiutando enormemente la ricerca scientifica medica e oggi ognuno di noi può portare un ulteriore importante contributo aderendo al Progetto Microbioma Italiano.

In collaborazione con l’Università Politecnica delle Marche e l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, il “Progetto Microbioma Italiano” ha lo scopo di costruire una banca dati che raccoglie i profili del microbioma intestinale della popolazione italiana al fine di individuare la correlazione esistente tra tipo di flora batterica e stile di vita del singolo individuo.

Il Progetto non è finanziato da una struttura privata o da un ente governativo, ma  si basa sul contributo dei singoli partecipanti.

Il Progetto Microbioma Italiano permette a chiunque di partecipare ed invita il maggior numero di persone possibili a contribuire alla ricerca.

Per poter analizzare il microbioma intestinale è necessaria un’analisi particolare, il “Sequenziamento del gene 16S rRNA“. Questo esame analizza un gene batterico chiamato 16S rRNA – una sorta di carta di identità dei microbi – e fornisce come risultato il nome di tutti i batteri presenti nel campione e la loro abbondanza.

BMR Genomics – che sfrutta le tecnologie più moderne nell’ambito del sequenziamento del DNA – è il laboratorio al quale il ”Progetto microbioma italiano” si appoggia per l’esecuzione dell’analisi di sequenziamento.

Ogni persona che parteciperà acquistando il kit otterrà il profilo del suo microbioma intestinale e potrà così contribuire concretamente alla ricerca scientifica.

Il fine del progetto, una volta raccolti i dati è quello di creare nuovi:

  • metodi diagnostici,
  • farmaci biologici,
  • probiotici che curano il corpo tramite il microbioma.

In futuro i risultati di questa analisi statistica saranno di fondamentale importanza per ospedali e centri di ricerca, perchè permetterà di stabilire lo stato di salute o di malattia di un paziente, semplicemente confrontandone il microbioma con quello tipico di un soggetto sano o malato.

Tutti i dati saranno accessibili a tutti i ricercatori interessati.

Una volta che il campione ha fatto ritorno al laboratorio sono necessari circa dieci settimane per il sequenziamento e per la pubblicazione dei risultati nella pagina personale del partecipante consultabile accedendo al proprio account.

All’interno della propria pagina è possibile accedere ad una moltitudine di dati con il risultato dell’esame del campione inviato. I risultati possono essere visualizzati sia sotto forma di grafici, che di diagrammi ad albero, o di dati grezzi (ecco un esempio).

I Batterioidi sono i batteri più rappresentati in assoluto e si ritiene che la loro presenza serva a proteggere l’individuo dall’obesità perchè questo tipo di batteri si nutre di fibre vegetali e non è in grado di assimilare molta energia dai grassi introdotti con la dieta. Vengono pertanto selezionati da una dieta a base di vegetali e ci aiutano a mantenerci magri (nell’intestino è bene averne in quantità  superiore al 55%)

I Firmicuti costituiscono l’altra famiglia più rappresentata nel nostro microbioma intestinale e si caratterizzano per la loro grande abilità nel procurarsi nutrimento dai grassi e dagli zuccheri presenti nella dieta aiutando così il nostro corpo ad assimilarli in quantità. Per questo motivo essi sono stati associati allo sviluppo di obesità, diabete e delle loro complicanze mediche. €™(nell’€™intestino NON devono essere presenti in quantità  superiori al 40%)

Acquista il kit per partecipare al progetto contribuendo alla ricerca e per conoscere il tuo microbioma.

QUI trovi tutte le istruzioni per il prelievo

Fonte e letture consigliate:
https://microbiomaitaliano.it
http://progettomicrobiomaitaliano.org

Libro: Alla scoperta del microbioma umano: Flora batterica, nutrizione e malattie del progresso, di Fabio Piccini

Contattaci per saperne di più

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter

Newsletter

Iscriviti per ricevere i nostri ultimi contenuti via email.

Non ti invieremo spam. Potrai annullare l'iscrizione in qualsiasi momento. Powered by ConvertKit

NUTRITI & PREVIENI – Convegno AMARE 2018

NUTRITI & PREVIENI – Convegno AMARE 2018

DNA TEST: Scopri i segreti nascosti nei tuoi geni

DNA TEST: Scopri i segreti nascosti nei tuoi geni

Test Prenatale Non Invasivo

Test Prenatale Non Invasivo

La nuova generazione di Screening Prenatale Non Invasivo su DNA fetale già dalla 10a settimana di gestazione

Prossimamente: Cibo e Benessere a Scuola

Prossimamente: Cibo e Benessere a Scuola

Prevenzione e benessere attraverso la giusta alimentazione e il corretto stile di vita

Sede ambulatorio privato Via Carlo Collodi 32 b Città di Castello (PG) Cell. 3482887300

Categorie